In alto, la chiesa di San Giovanni Theristis a Stilo dove sono state traslate le reliquie.

9 MARZO 2019

 

LE CELEBRAZIONI ORTODOSSE A STILO

DELLA FESTIVITA' DI SAN GIOVANNI THERISTA

 

Preceduta dai Vespri vigiliari, nella mattinata di sabato 9 marzo il P. Iustin, Egumeno dello storico Cenobio sito in territorio bivongese, ha celebrato la Divina Liturgia nella ricorrenza della festività del “Santo mietitore”, conforme all’antico calendario giuliano, (secondo il quale il 24 febbraio corrisponde quest’anno al 9 marzo). La Sacra Celebrazione è stata effettuata sulla tomba dove nel XVII secolo sono state solennemente traslate le Sacre Reliquie di San Giovanni Therista e dei Santi Gerontates, gli Anziani Nicola e Ambrogio di Stilo. Come è noto la maggioranza dei fedeli ortodossi continua ancora oggi a seguire il calendario giuliano, all’origine, della differente datazione pasquale (celebrata quest’anno dai cattolici il 21 e dagli ortodossi il 28 aprile).

Anche il sole oggi ha festosamente illuminato la città di Stilo raggiunta da pellegrini ortodossi e da turisti presenti alla Divina Liturgia, seguita nel Monastero di San Giovanni Nuovo, dalla benedizione del kolivo, in memoria degli indimenticabili fondatori (i monaci Gerasimo, Bartolomeo, Pancrazio, Cosma e Serafino) e di quanti, in ogni tempo, si sono rivolti all’intercessione dei Teofori Padri della vallata monastica dello Stilaro per ottenere la salvezza eterna. Dopo il pranzo i presenti sono ripartiti chiedendosi reciprocamente perdono, alla vigilia della Grande Quaresima, con l’auspicio di incontrarsi anche l’anno prossimo a Stilo, nella ricorrenza odierna, e di ritrovarsi definitivamente insieme in paradiso.

                                Stilo, 10 marzo 2019

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Vallebizantina.it 2019 © All rights reserved